Partecipazioni

0 4.091 views

Le partecipazioni di nozze anche se sottovalutate da molti sposi, rappresentano il vero biglietto da visita di un matrimonio.

Una persona attenta, trarrà dal tipo di partecipazione ricevuta, diverse considerazioni sul tono del matrimonio, su come dovrà vestirsi e addirittura su che tipo di regalo indirizzarsi.

Esempi in carta a mano di Amalfi con le iniziali degli sposi incise in rilievo color oro, suggeriscono una cerimonia molto elegante; una partecipazione con disegni spiritosi e ricca di colori aspira ad un matrimonio allegro e giovanile;

Il carattere e il colore della stampa vanno scelti considerando lo stile della partecipazione, quello più elegante in assoluto è il corsivo inglese, che è anche il più utilizzato nei colori del seppia, grigio o dorato. Se si cerca uno stile meno impegnativo la scelta può ricadere su altre tinte come il blu, il verde o il viola.

Le partecipazioni vanno spedite circa tre mesi prima della data del matrimonio, queste possono essere anche consegnate a mano dagli sposi; molto importante è che i nomi dei partecipanti non siano stampati a macchina ma bensì scritti a mano.

Sia i menù che i segnaposto vanno abbinati alle partecipazioni, quindi vanno ripresi in egual modo carta e carattere di stampa .

I segnaposto vanno scritti a mano possibilmente con bella calligrafia, ognuno con un solo nome o una sola famiglia. L’importanza di questi dettagli che all’ apparenza potrebbero sembrare futili sottolineano la classe e l’eleganze  del matrimonio.

La Partecipazione più elegante e raffinata in assoluto è quella in carta D’ Amalfi, una carta pregiatissima, rinomata in tutto il mondo e lavorata secondo l’antica tradizione amalfitanaE’ realizzata in cotone  interamente a mano e  la si può trovare rivolgendosi alla Scuderia del Duca, un laboratorio situato a pochi passi dagli antichi arsenali della Repubblica.

Sin dal 1980 qui vengono praticate raffinatissime incisioni in oro e a secco su cartoncini con i capilettera, le acqueforti e la carta decorata esclusivamente a mano così da rendere ogni foglio un esemplare unico.

 

 

0 3.744 views

Circa un paio di mesi prima delle nozze gli sposi inviano la partecipazione agli invitati. Si tratta, in breve, dell’invito al proprio matrimonio che, però, può declinarsi in due modi diversi.

All’interno della busta destinata a coloro che avete intenzione di far partecipare al pranzo o alla cena, metterete sia l’invito che il bigliettino su cui è riportato il nome e l’indirizzo del ristorante. A coloro, invece, che non prenderanno parte al banchetto nuziale, sarà consegnato il solo invito in chiesa.

0 4.258 views

Liste fatte di nomi depennati, poi aggiunti, poi cancellati di nuovo a cui si sommano piccoli litigi con i propri familiari: tutto questo è nella norma quando bisogna scegliere gli invitati alle proprie nozze.

Diciamo subito che non esiste una regola da seguire – ognuno organizza il proprio matrimonio come vuole! -, ma dei piccoli consigli di cui tener conto nel momento in cui ci accingiamo a stilare i trafiletti pieni di cognomi, molti senza volto, ci sono! Il numero e il tipo di invitati cambiano molto in base alla cerimonia che si sta per svolgere.

0 6.110 views
partecipazioni nozze invernali

partecipazioni nozze invernaliChi decide di sposarsi d’inverno pensa, erroneamente, di essere svantaggiato in confronto a chi pronuncia il fatidico si alla tiepida luce del sole primaverile. Mai convinzione fu più sbagliata. Per quante possibilità il freddo precluda, ce ne sono altrettante che si aprono. Analizziamo il caso della partecipazioni di nozze, alle quali si affiancano gli inviti al banchetto nuziale, nel caso di un matrimonio celebrato in inverno.

ULTIMI ARTICOLI