Bomboniere per le nozze? No grazie, io devolvo in beneficienza

Con l’andare del tempo il matrimonio ha visto rimodernarsi molti di quegli elementi fissi che ne costituivano la struttura rigida. Oggi si pensa ad essere altruisti anche nel proprio giorno più bello . Quanti soldi spesi per una festa che, alla fin fine, dura qualche ora!

Quanti, rammaricati, lo hanno pensato, magari senza averlo detto mai a nessuno? Un modo, però, per conciliare il bene individuale e quello collettivo c’è e piace tanto alle nuove coppie.

Si tratta della beneficienza. Si devolvono in favore di associazioni benefiche i soldi che erano stati stanziati per l’acquisto delle bomboniere: è un modo di aiutare gli altri nel proprio piccolo e fa contenti anche gli ospiti.

Le bomboniere eque e solidali

Uno dei modi per aiutare persone meno fortunate di noi è provvedere ad acquistare per le nostre nozze bomboniere eque e solidali. Sia su internet che nelle proprie città, ci sono rivenditori che erogano questo tipo di servizio. La bomboniera è fatta a mano e permette a coloro che l’hanno fabbricata di avere la giusta ricompensa per il lavoro fatto e di aiutare la propria economia locale a rifiorire.

Ovviamente si tratta di prodotti provenienti da Paesi meno fortunati del mondo, difficili da raggiungere materialmente per noi ma a cui possiamo comunque dare una mano. Accanto all’oggettino, magari in legno o cauchù, c’è un biglietto nel quale si danno informazioni circa la zona d’origine del manufatto e delle persone che hanno contribuito alla sua produzione. Diversamente da quanto si può pensare, gli invitati apprezzano molto questo genere di scelte degli sposi: si sentono di aver compiuto una buona azione e di essere stati utili a qualcuno.

Beneficenza al matrimonio

Al commercio equo e solidale, si può preferire la canonica beneficienza. Il meccanismo è lo stesso: si sceglie un’associazione o un ente benefico che abbraccia l’iniziativa e si devolve il budget altrimenti destinato alle classiche bomboniere. Vi verrà consegnato un foglio esplicativo da donare agli invitati per comunicargli a quale progetto hanno preso parte.

Nel caso optiate per questa soluzione, prima di riversarvi alla ricerca di associazioni famose e di mettervi in contatto con loro, fate un giro per la vostra città: ci sono ospizi o strutture che ospitano persone meno fortunate che creano a mano dei piccoli oggetti da rivendere a terzi. Con il ricavato si cerca di apportare migliorie ad un edificio magari fatiscente o di accrescere i servizi inefficienti.

Il mio nome è Martina e sono una giovane dinamica con una grande passione per il tema del matrimonio. Attraverso il mio blog, Beautiful Wedding, condivido consigli, idee e storie ispiratrici per aiutare le coppie a creare il loro giorno di nozze perfetto. Sono sempre alla ricerca di nuove tendenze e idee creative, e mi piace dare il mio tocco personale a ogni aspetto di un matrimonio, dall'elezione dei luoghi alla preparazione della tavola. Se stai pianificando il tuo matrimonio o semplicemente adori tutto ciò che riguarda i matrimoni, ti invito a seguire il mio blog per ispirarti e divertirti!