Quale mese più adatto per sposarsi?

Condividi!

  • tweet

Abbiamo deciso di pronunciare il fatidico “si” e ora ci tocca scegliere in quale mese fissare la cerimonia . Di solito si prediligono i mesi primaverili , come maggio e giugno – perché fino al 21 giugno non è ancora ufficialmente estate – o settembre.

I motivi sono vari. Prima di tutto, si tratta di periodi che potremo definire “neutri”: non fa né troppo caldo, né troppo freddo e, tranne che in casi particolari, tendenzialmente non sono previste piogge considerevoli. Quest’ultimo dettaglio non è da poco.

Prima di tutto è un vantaggio per gli sposi: il bianco del vestito della sposa non correrà il rischio di essere violato dalla fanghiglia che inevitabilmente si viene a formare. Non dimentichiamoci, inoltre, che, in caso di pioggia, un notevole danno agli abiti degli sposi è dato dal riso solitamente lanciato per augurare buona sorte: il cereale più “romantico del mondo” tende a stingere se bagnato.

Sposarsi in primavera

Inevitabile che anche gli invitati ne gioverebbero: stare sotto la pioggia, magari con sandali e decolleté, con acconciature appena preparate o capelli appena gelatinati non piacerebbe a nessuno! Nei mesi in cui il sole splende non troppo caldo nel cielo, è possibile organizzare la cerimonia all’aperto , in un agriturismo o a bordo piscina.

Il problema è che questo semplice sillogismo lo fanno un po’ tutti con la ovvia conseguenza di un imbottigliamento di prenotazioni presso chiese e ristoranti proprio nei mesi di maggio, giugno e settembre.

Sposarsi in estate

Altrettanto gettonati luglio e agosto , seppur con qualche vizio di forma: le colonnine di mercurio in questi mesi segnano più o meno tra i 28 e i 30 gradi e né il cibo né gli abiti eleganti sembrano andare d’accordo con queste temperature. Pare che per gli ospiti aspettare fuori il ristorante gli sposi per il brindisi di benvenuto, con il sole che picchia forte proprio nell’orario di punta, sia uno dei momenti più temuti quando si riceve la partecipazione di nozze.

Se proprio scegliamo il punto centrale dell’estate per sposarci, sarebbe meglio organizzare una cena piuttosto che un pranzo e, magari, in una zona di aperta campagna, in modo da avere un refrigerio naturale.

Sposarsi in inverno

Alla nostra rassegna mancano solo i mesi freddi, che hanno il vantaggio enorme di non richiedere enormi sacrifici per la prenotazione. Pochi, infatti, optano per novembre , dicembre , gennaio e febbraio e, quindi, trovare chiese e ristoranti disponibili è più semplice. L’atmosfera romantica è, però, assicurata.

Pensate alla magia che si creerebbe se come cornice avessimo qualche fiocco di neve candida che ci bagna il viso! Ovvio che dovremmo rinunciare al pranzo fuori, l’interno è d’obbligo. Marzo è aprile sono mesi un po’ trascurati, sempre per il fattore tempo.

Non si può prevedere caldo o freddo, né neve o pioggia: come recita un vecchio detto in rima baciata, “Marzo pazzerello, esce il sole e chiudi l’ombrello”. La soluzione sarebbe di portare con sé occhiali da sole e impermeabile, uno dei due sicuramente andrà bene!

Il mio nome è Martina e sono una giovane dinamica con una grande passione per il tema del matrimonio. Attraverso il mio blog, Beautiful Wedding, condivido consigli, idee e storie ispiratrici per aiutare le coppie a creare il loro giorno di nozze perfetto. Sono sempre alla ricerca di nuove tendenze e idee creative, e mi piace dare il mio tocco personale a ogni aspetto di un matrimonio, dall'elezione dei luoghi alla preparazione della tavola. Se stai pianificando il tuo matrimonio o semplicemente adori tutto ciò che riguarda i matrimoni, ti invito a seguire il mio blog per ispirarti e divertirti!